Illeciti bancari su mutui: come trovarli, avere la restituzione interessi e mutuo a tasso ZERO per legge

 

Ieri ho letto dell’ennesimo suicidio di un italiano. Motivo? Non riusciva più a pagare il mutuo.

Allora, siccome come potete leggere nella mia pagina di presentazione, ci sono passata anch’io, da fine 2011 mi sono impegnata nello studio degli illeciti bancari, che vengono fatti indistintamente ai privati ed alle aziende.

Cosa si intende per illeciti?

Si intende applicazione di TASSI USURARI, che è molto peggio dell’anatocismo, perchè i primi rappresentano un reato penale e le banche stanno raccogliendo una quantità enorme di condanne, il secondo è un reato civile, pertanto si tratta un rimborso MINIMO e tutto finisce così.

Le anomalie consistono nell’anatocismo secondo l’art. 1283 del Codice Civile, nell’usura ai sensi della legge 180/96 e nell’intederminatezza dei costi occulti ai sensi della legge 154/92. In aggiunta, per i privati, c’è stata una sentenza della Cassazione storica, la nr. 350/2013, che preve ai sensi dell’articolo 1815 del Codice Civile il diritto restitutorio.

La sentenza della Cassazione è storica perchè  introdotto il concetto di usura contrattualizzata affermando che, per verificare il superamento del tasso soglia, occorre prendere in considerazione tutti gli interessi previsti dal contratto: sia gli interessi convenzionali che gli interessi moratori pattuiti al momento della stipula del contratto con la banca. Se la somma supera il tasso di soglia legale il mutuo è usurario. Si intendono infatti usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui sono concordati tra le parti (con la sottoscrizione del contratto di mutuo), e non nel momento del loro pagamento (dunque anche a titolo di interessi moratori).

Mi spiego meglio: avete il diritto di riavere tutti gli interessi fino ad ora pagati e di continuare a pagare il mutuo al tasso legale che è del 2%. Potete ricontrattare il mutuo, scegliendo rate molto più basse o un allungamento, senza spese, e nei casi più gravi, ovvero l’applicazione dei tassi usurai, il mutuo può essere annullato, con risarcimento danni subiti.

A questa sentenza se ne aggiunge una freschissima della della Corte d’Appello di Venezia n° 342 del 18 Febbraio 2013:

L’articolo 1815, comma 2 c.c. esprime un principio giuridico valido per tutte le obbligazioni pecuniarie e pertanto la previsione di nullità della clausola di debenza degli interessi è applicabile a qualsiasi somma richiesta a tale e quindi anche nel caso d’interessi moratori. La conseguenza della violazione dell’art. 1815, comma 2, c.c. è la conversione forzosa del mutuo usurario in mutuo gratuito.”

Non male eh?

Parto col dire una cosa: se il mutuo che avete sottoscritto prevede un piano di ammortamento ALLA FRANCESE al 99% supera il tasso antiusura. Non contate su interventi governativi, perchè non ci saranno mai: i governi, tutti, danno soldi alle banche, pensiamo alla nostra IMU servita per coprire il buco MPS, oppure all’ultimo regalo nella finanziaria per un risparmio di circa 20 miliardi di tasse alle banche, che dovremo pagare noi.

Dobbiamo iniziare a difenderci da soli, e se si sa come è facile farlo.

Allora, faccio un elenco che vi permette da soli di verificare se avete subito illeciti:

  1. dovete avere copia del contratto di mutuo e di tutti gli allegati relativi alle condizioni generali
  2. se non lo avete, meglio chiederne copia al notaio che l’ha redatto e non alla banca, che potrebbe insospettirsi ed iniziare ad attivarsi contro di voi
  3. Leggete attentamente tutti i fogli ed andate alla ricerca sia del tasso applicato che del tasso applicabile in caso di mora
  4. Verificare sul sito della Banca d’Italia il tasso soglia previsto per gli interessi fissi o variabili con riferimento al periodo di stipulazione del mutuo
  5. A questo punto sommate il tasso di interesse convenzionale (cioè quello previsto al momento della stipula) e il tasso di interesse moratorio, e confrontatelo con il tasso soglia indicato sul sito della Banca d’Italia
  6. Se il risultato della somma supera il tasso soglia il mutuo è usuraio con tutte le conseguenze sopra descritte che ne derivano.

Per essere ancora più sicuri, potete andare sul sito di Altroconsumo, che ha messo un calcolatore non solo per verificare il mutuo ma anche i prestiti personali.  Il problema però è che poi, dopo la prima consulenza gratuita, vi chiedono un oneroso obolo per portare avanti il discorso con la banca e comunque per poter avanzare richieste alla Banca sia stragiudizialmente che tramite vie legali è necessaria una perizia asseverata.

A quel punto, se avete bisogno, contattatemi qui o via twitter, perchè vi indirizzerò personalmente ad una onlus, che non vi chiederà nulla e si farà pagare dalla banca soccombente tutte le proprie competenze, comprendenti i costi della perizia e l’onorario dell’avvocato specializzato che vi assisterà.

NON UCCIDETEVI PIU’, METTIAMO IL CAPPIO ALLE BANCHE E RIPRENDIAMOCI QUANTO CI HANNO RUBATO.

12 commenti su “Illeciti bancari su mutui: come trovarli, avere la restituzione interessi e mutuo a tasso ZERO per legge

  1. cristina il said:

    Se davvero puoi, ti prego aiutami.
    Ho fatto analizzare il mutuo ma mi chiedono troppi soldi per fare causa

  2. si, Cristina, posso farlo tramite la neonata associazione “Salviamo gli Italiani” ed il tutto solo dietro il pagamento della quota associativa di 30 €. Niente altro. Scrivimi a [email protected], stiamo lavorando al sito dedicato, per il momento utilizziamo la mia mail ed io inoltro ai professionisti della tua zona, SENZA CHE TU PAGHI NULLA NE’ PER PERIZIE NE’ PER LEGALI. In caso di vittoria, ti chiederemo solo i contributi necessari per presentare la tua causa, che anticiperà l’associazione, che al massimo saranno 500 €. In caso di perdita, sarà l’Associazione con il suo patrimonio a coprire tutte le spese. Magdi Cristiano Allam è il nostro Presidente, e credimi, è una garanzia di correttezza ed onestà. L’associazione che ho voluto con tutta l’anima è nata proprio per permettere a TUTTI di essere tutelati in un terribile momento di crisi. Basta suicidi. Basta soffrire. Io ci sono passata, e ancora ci sono in mezzo, so cosa significa, non deve più accadere che le banche usurarie la possano passare liscia. Hanno rubato, ora restituiscano. Contattami Cristina, ti aiutiamo di sicuro.

  3. Raffaele il said:

    Salve,
    nel mio caso, in un mutuo stipulato ad ottobre 2004, non è menzionato e quindi non è presente ed allegato il piano di ammortamento.
    Posso fare qualcosa e cosa?

    In un secondo mutuo (una rinegoziazione del precedente con una banca differente), il piano di ammortamento è presente però in modo generico (si riferisce a 100€). Posso fare qualcosa anche in questo caso?

    Grazie mille

  4. Ciao Raffaele, certo che devi fare, perchè per la legge sulla trasparenza adottata nel 2002 vi è l’obbligo per la banca di allegare le condizioni contrattuali, piano di ammortamento compreso, potremmo addirittura chiedere la nullità del contratto. SCrivimi a [email protected], ti spiego in separata sede cosa possiamo fare, in primis una verifica sull’usura applicata.

  5. Marco Minarelli il said:

    Ho una storia simile alla Sua. Ho immobili che allora coprivano abbondantemente la somma dei mutui accesi ma ora valgono meno della metà.
    Ho pre-analisi su 10 anni di conto correnti e su 4 mutui che evidenziano sia usura penale, che contrattuale che anatocismo ma non dispongo del denaro per intentare causa.
    Come posso fare?

  6. Enzo il said:

    Salve. Io invece mi trovo nella situazione in cui nel mio contratto di mutuo a tasso fisso stipulato nel 2009,mi ritrovo delle clausole antiusura in riferimento a interessi moratori citando la legge 108/96. In pratica se dovessero applicare suddetti tassi applicherebbero il massimo consentito dalla legge. Tutto ciò mi sembra anticostituzionale. Cmq lei pensa che potrei avanzare lo stesso una perizia econometrica? Da ignorante penso di no e tutto ciò mi fa rabbia! Cmq grazie x tutto ciò che fa x la comunità. Saluti. Enzo.

  7. la clausola di salvaguardia spesso e volentieri ormai viene messa dalle banche nei contratti di mutuo, per scoraggiare ogni tipo di pretesa. Dovrebbe semplicemente fare una prova: ritardare il pagamento di una rata e vedere che mora le applicano. Se supera il tasso soglia, come fanno sempre, non solo può appellarsi alla sentenza del 2013 delle Cassazione sull’usura contrattualizzata, ma anche alla malafede contrattuale, che è pure peggio. In caso debba aver bisogno di una perizia o altro la mia mail è [email protected]

  8. Enzo il said:

    Cara Rossella. Grazie per la risposta. Un legale dalle mie parti, che si sta occupando anche di usura bancaria,mi ha detto che si può procedere anche senza fare la prova a ritardare il pagamento della rata del mutuo. Io mi chiedo: ma come si fa a dimostrare che il tasso supera quello stabilito dalla legge antiusura se vi sono le clausole specifiche? Io ho paura di iniziare una battaglia non avendo le carte in regola.Grazie. Enzo.

  9. innanzitutto devi capire una cosa: non inizi una battaglia giudiziale, ma stra-giudiziale. E’ quello che impone la legge e questo fa la grande differenza. Le banche ormai, per la maggior parte rinviate a giudizio per usura bancaria, oltre ad avere l’obbligo legale, hanno anche l’interesse a chiudere un accordo non davanti ad un giudice per due motivi. Il primo è che è decisamente meno oneroso, il secondo è che le sentenze ormai girano in rete, e puoi immaginarti cosa possa significare per una banca avere sentenze contrarie in continuazione. Perchè vedi, il calcolo dell’usura è un mero calcolo matematico, che non è certo un’opinione. Però il tuo legale dovrebbe sapere queste cose, prima di buttarti in una battaglia legale basata soltanto su perizie e, laddove non si dimostra realmente l’usura, ti espone ad una controdenuncia per calunnia e finiresti tu sotto processo. Se ti va, scrivimi un tuo recapito a [email protected], io ti contatto e ti spiego per bene cosa può succedere, anche sulla base dell’esperienza che ho sulle diverse banche e sui loro modi di operare.

  10. Fabrizio Capecchi il said:

    Buonasera Rossella,
    volevo sapere se è disponibile per redigere una perizia su un finanziamento , in attesa di chiarimenti dalla finanziaria su tassi applicati, piano ammortamento ecc.ecc. Sono già state spedite tre lettere e solo dopo la terza hanno risposto con tre righe dicendo che per loro è tutto in regola, senza produrre nessun documento in merito a quanto richiesto. Voglio chiudere questa controversia ma ho bisogno di aiuto. Grazie per l’attenzione.

    Fabrizio