Accesso al credito agevolato per le start-up femminili

 

 

Mi rendo conto: parlare oggi di start-up, ovvero dell’avvio di un’azienda, quando tutto il sistema le sta radendo al suolo come lo scoppio di una bomba atomica, è quanto meno azzardato.

Però noi Italiani siamo famosi per lo spirito di inventiva e per la nostra abilità di cavarcela in ogni situazione: adesso può sembrare difficile, ma solo perchè stanno convincendoci che lo sia.

Noi siamo gli stessi, più temprati dalle difficoltà e con maggior voglia di rivalsa.

Ed allora, perchè dargliela vinta?

Comincerò da oggi ad informarvi su tutte le iniziative che possono consentire allo spirito imprenditoriale Italiano, che ha fatto di noi un grande Paese, di poter trovare supporti di ogni genere che lo possano sostenere a livello economico e finanziario.

Partiamo dalle start-up femminili.

Nuove opportunità di accesso al credito per le imprese guidate da donne: Confcommercio ha reso noto l’avvio di nuove agevolazioni riservate al settore dell’imprenditoria femminile. I nuovi strumenti di accesso al credito agevolato, finalizzati allo sviluppo e la crescita delle imprese femminili, sono frutto dell’accordo sottoscritto dal Dipartimento Pari Opportunità, dal Ministero per lo Sviluppo Economico, dall’ABI e dalle principali Associazioni di categoria, tra cui Confcommercio.

Il Protocollo d’intesa prevede, nel dettaglio, che vengano riservati alle imprese femminili, start-up, 10 milioni di euro dei 20 milioni riservati alle PMI dal Fondo di Garanzia per le PMI.

Ricordiamo che al Fondo di Garanzia per le PMI, recentemente aperto anche a nuovi intermediari diversi dagli istituti di credito ed i Confidi come assicurazioni e fondi di credito, possono fare accesso sia le piccole e medie imprese che i professionisti.

Il credito alle PMI e ai professionisti viene concesso grazie alla garanzia fino all’80% di qualsiasi operazione finanziaria finalizzata all’attività di impresa, fino a un massimo di 2,5 milioni per singola azienda.

Forza Signore, oggi tocca a noi!

Se avete bisogno di redigere un business plan per lo sviluppo della vostra idea, contattatemi, vi aiuto io. 

Riprendiamo in mano le redini della nostra economia!

3 thoughts on “Accesso al credito agevolato per le start-up femminili

  1. Rosanna il said:

    Ciao Rossella,una buona notizia anche se,di questi tempi la voglia di fare ed agire viene sempre meno.Comunque io avrei un progetto in mente nel campo dell’agricoltura ma avendo 55 anni non so se potrei aver accesso al credito di cui parli,senza neanche parlare che risulto esser una “cattiva pagatrice”.Quello che ti chiedo è se sarà possibile anche per me potervi accedere.Grazie per il tuo impegno,son certa che insieme ce la faremo!Ti abbraccio

  2. Ciao Rosanna… innanzitutto i miei complimenti per la tua forza di volontà… e chi non è cattivo pagatore al giorno d’oggi? Magari bisognerebbe sapere se ti hanno avvisata 30 giorni prima di segnalarti, perchè vedi, c’è una recentissima sentenza della Cassazione che impone l’avviso, pena la nullità del debito ed il risarcimento danni, oltre ovviamente la ripulita della tua posizione… se vuoi contattami in privato via mail [email protected], e ti do alcune dritte.
    L’accordo non prevede alcun tipo di limite d’età, e poi tu sei giovanissima e ben lontana dalla pensione 🙂 Si, penso proprio di si, bisogna prima sistemare il discorso della segnalazione ma si fa ormai in tempi brevi.

  3. BRUNO il said:

    Come! Non hanno abusato abbastanza in nome del popolo italiano,
    Le politiche economiche pilotate dello stato , si conoscono bene,
    la corruzzione è lo strumento primario dei responsabili della attuale situazione .
    Tutto passa attraverso le banche di diritto privato èd il gioco è fatto .
    BISOGNA SCARICARE IL MODULO DI DENUNCIA TU DI VI , ripristinare il diritto sociale , non credere più alle politiche false di propaganda .
    NON esistono politiche sociali se non si elimina la corruzione .
    Grazie ROSS per l’opera informativa.